FF L’equilibrio della flora batterica intestinale: differenza tra microbiota e microbioma
Log In

L’equilibrio della flora batterica intestinale: differenza tra microbiota e microbioma

L’equilibrio della flora batterica intestinale è chiamato “eubiosi”, ed è quella condizione di perfetta armonia tra le popolazioni di batteri e microrganismi che abitano l’intestino. Al contrario, una condizione di squilibrio viene definita disbiosi, o più precisamente dismicrobismo.

Per comprendere l’importanza dell’equilibrio della flora batterica intestinale è necessaria, tuttavia, un’ulteriore distinzione: quella tra microbiota e microbioma intestinale.

Con il termine “microbiota” si identifica la comunità di batteri e microrganismi presenti nel tratto enterico, che rappresentano uno degli elementi più importanti dell’intero ecosistema intestinale, a sua volta compreso dal filtro rappresentato dalla barriera intestinale, la struttura di tipo neuroendocrino e, appunto, il microbiota stesso.

Il microbiota è costituito prevalentemente da comunità batteriche, ma anche da parassiti, lieviti e virus, che non sono necessariamente nemici dell’organismo, anzi: in condizioni eubiotiche, tali comunità vivono in perfetto equilibrio e contribuiscono attivamente al benessere e alla salute generale dell’organismo. Al fine di generare questa condizione di armonia, le diverse componenti del microbiota intestinale non solo devono essere funzionalmente efficienti, ma anche perfettamente sincronizzate tra loro e con gli altri componenti dell’ecosistema enterico/intestinale.

Il microbioma è invece l’insieme del patrimonio genetico del microbiota, ossia i geni che è in grado di esprimere.

Perché l’equilibrio della flora batterica è importante

La microflora intestinale è costituita all’incirca da centomila miliardi di batteri che appartengono a quattrocento specie diverse, che colonizzano il tratto gastrointestinale a partire dal momento della nascita per poi continuare a modificarsi e adattarsi nel corso della vita.

Mantenere il corretto equilibrio a livello di flora batterica intestinale è fondamentale perché questa possa svolgere al meglio i compiti cui è deputata; infatti, svolge una funzione nutritiva (o trofica), ossia garantisce l’integrità della mucosa intestinale e la fermentazione del cibo non digerito, una funzione protettiva verso agenti patogeni, ed è coinvolta nella biodisponibilità di Vitamine (come la K e la B12) ed aminoacidi (come glutammina, cisteina e arginina). Infine, una condizione di eubiosi intestinale è fondamentale per la prevenzione di condizioni come diarrea, costipazione o colite.

Nel video disponibile in questo articolo, è possibile approfondire l’importante differenza che intercorre tra microbioma e microbiota intestinale con il dott. Nicola Carlone, Professore Ordinario di Microbiologia presso l’Università degli Studi di Torino.

Non perdere il prossimo appuntamento sul tema.

Guarda il video-approfondimento   “Differenza fra microbiota e microbioma”   del Prof. Carlone

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo Named

ISCRIVITI

Condividi questo articolo sui Social Network!

scritto da

Staff Named

Chi è NAMED®

NAMED® è un’azienda specializzata in integrazione a base di estratti vegetali e ingredienti di origine naturale, che propone una vasta gamma di prodotti finalizzati a regolare il naturale equilibrio dell’organismo, migliorando il benessere fisico,emotivo e mentale della persona. Propone, sia al consumatore finale sia agli specialisti Medici e Farmacisti, integratori alimentari ricercati, diffondendo al contempo una sana e corretta cultura dell’integrazione. I pilastri dell’eccellenza NAMED® si fondano su valori etici come formazione, ricerca scientifica e informazione.