FF NAMED - GUIDA PRODOTTI
Log In

Modulase®



Integratore alimentare a base di Bromelina, Papaina, Estratto di Soia fermentata NSK-SD®, Curcuma fosfolipide Meriva®, Vitamina C, estratto di Mirra e Piperina da Pepe nero.

INDICAZIONI: la Curcuma favorisce la normale funzionalità articolare. La Mirra è coadiuvante per la funzionalità della mucosa oro-faringea. La Vitamina C contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione di ossa e cartilagini.

MODALITÀ D’USO: 1-2 compresse al giorno lontano dai pasti, non masticare o rompere la compressa.

AVVERTENZE: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età.
Il consumo del prodotto in combinazione con medicinali può avvenire soltanto sotto controllo medico. Prodotto destinato alla popolazione adulta, escluse le donne in gravidanza e in allattamento. In caso di alterazioni della funzione epatica, biliare o di calcolosi delle vie biliari, l’uso del prodotto è sconsigliato. Se si stanno assumendo farmaci, è opportuno sentire il parere del medico.

CONFEZIONE DISPONIBILE: 20 compresse gastro protette.

Informazioni sui singoli componenti di Modulase®

Curcuma: La Curcuma favorisce la normale funzionalità articolare. La Curcuma longa L. (Curcuma per antonomasia o Zafferano delle indie) è una pianta erbacea, perenne, rizomatosa della famiglia delle Zingiberacee, originaria dell’Asia sud-orientale, largamente impiegata come rimedio per vari disturbi in molti paesi del sud-est asiatico. I curcuminoidi e la curcumina, ingredienti attivi della Curcuma, si ottengono per estrazione dal rizoma essiccato e macinato. Il prodotto ottenuto è liposolubile, di un colore giallo brillante tendente al rosso. La Curcuma è da tempo una spezia oggetto di interesse da parte del mondo scientifico poiché numerosi studi hanno validato le sue proprietà benefiche. La curcumina viene scarsamente assorbita a livello intestinale, per tale ragione in Modulase® viene impiegata Meriva® ovvero curcumina fitosoma. I fitosomi (dal greco, phytón=pianta e soma=corpo) sono complessi di origine vegetale che legano polarmente la curcumina, e gli altri curcuminoidi, a dei fosfolipidi capaci di migliorare la biodisponibilità dei principi attivi. Grazie all’utilizzo di Meriva® è quindi possibile ottimizzare l’assorbimento dei curcuminoidi per sfruttarne al meglio le loro proprietà benefiche.

Mirra: È coadiuvante per la funzionalità della mucosa oro-faringea. La Mirra è una gommaresina aromatica, estratta da un albero o arbusto del genere Commiphora, della famiglia delle Burseraceae, ne esistono oltre 200 specie, ma quella sicuramente più usata per produrre la Mirra è Commiphora myrrha. È un piccolo alberello o arbusto alto circa 3 metri, molto spinoso, con foglie trilobate e piccoli fiori bianchi, che alla fine dell’estate mostra, sul tronco e sui rami di calibro maggiore, numerosi noduli che, fessurandosi, lasciano colare spontaneamente un liquido giallognolo resinoso sotto forma di piccoli granuli o gocce che, a contatto con l’aria, solidificano.

Bromelina e Papaina: Enzimi proteolitici ottenuti rispettivamente dall’ananas e dalla papaia, facilitano il processo di scissione delle proteine.
La Bromelina è un enzima contenuto nell’ananas; già i popoli primitivi sapevano che le più alte concentrazioni di enzimi si trovano nel gambo interno del frutto non maturo e nelle foglie. Sia i nativi dei caraibi sia gli abitanti della Malesia e dell’India orientale sono da sempre a conoscenza delle proprietà benefiche di questo enzima. La Papaina è un enzima estratto dal lattice del frutto non maturo della papaia. Il suo principale utilizzo attualmente è legato al suo ruolo nella scissione delle macromolecole, ma si ritiene possa avere altre importanti proprietà biologiche.

Estratto di Soia fermentata Natto: un alimento tradizionale giapponese prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia, dal sapore molto forte. Il natto è ricco in nutrienti e contiene inoltre Nattochinasi, un enzima proteolico. Tradizionalmente, veniva prodotto avvolgendo la soia bollita nella paglia di riso, che presenta naturalmente sulla sua superficie i batteri del genere Bacillus subtilis. Ciò permette ai batteri di fermentare gli zuccheri presenti nella soia, producendo infine il Natto. Oggi i batteri Bacillus. subtilis sono stati identificati e isolati dai ricercatori, consentendo di modernizzazione di questo metodo di preparazione. L’azione della Nattochinasi si esplica principalmente nei confronti della fibrina.

Vitamina C: Contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione di ossa e cartilagini.

Per conoscere impieghi e indicazioni circa la corretta assunzione del prodotto, in relazione alla composizione e alla costituzione personale, ci si può rivolgere al proprio medico o farmacista di fiducia. Per ulteriori approfondimenti si può far riferimento a fonti informative accreditate come pubblicazioni scientifiche, bibliografie tematiche, etc.

Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. E’ pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o farmacista.