Log In
per i professionisti

Peptivis®

Guida Prodotti: Antiaging

Per suggerimenti/richieste
consumer@named.it

Informazioni

INDICAZIONI: la Vitamina D contribuisce al mantenimento della normale funzione muscolare e al mantenimento di ossa normali. Lo Zinco contribuisce alla normale sintesi proteica. Le Vitamine A, B6 e B12 contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario. L’Acido folico e le Vitamine B2, B5, B6 e B12 contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento. La Vitamina C contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione delle cartilagini e delle ossa. Le Vitamine C ed E contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
MODALITÀ D’USO: 2 buste al giorno ai pasti principali. Sciogliere il contenuto della busta in un bicchiere d’acqua, o altro liquido a piacere; mescolare accuratamente.
AVVERTENZE: vedi confezione.
CONFEZIONI DISPONIBILI: 20 buste, gusto limone o neutro.

Curiosità

Body Balance™ (Peptidi Bioattivi di Collagene): si tratta di specifici peptidi derivati dal collagene. Le molecole integre di Collagene vengono sottoposte ad un processo standardizzato di idrolisi (taglio) che determina la formazione di molecole più piccole, che sono più facilmente assorbibili e biodisponibili. Il Collagene è una proteina ubiquitaria, la più rappresentata nell’organismo, costituente fondamentale di strutture quali muscoli, cartilagini, ossa, etc.
Leucina: è un aminoacido cosiddetto essenziale, in quanto non sintetizzato dall’organismo; appartiene al gruppo degli aminoacidi a catena ramificata. È utilizzato dal fegato e dai tessuti muscolari.
HMB (ß-idrossi ß-metilbutirrato): è un metabolita attivo della Leucina e un precursore della sintesi del colesterolo nei muscoli scheletrici; aiuta a stabilizzare la membrana della cellula muscolare e a preservarne l’integrità.
Creatina: la Creatina è un derivato aminoacidico naturalmente presente nell’organismo. Viene sintetizzata nel fegato e captata dalle fibre muscolari.
Vitamina D: contribuisce al mantenimento della normale funzione muscolare e al mantenimento di ossa normali.
Acido folico Quatrefolic® : forma attiva dell’Acido folico, contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, al normale metabolismo dell’omocisteina e alla normale sintesi degli aminoacidi.
Vitamina A: contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario.
Vitamina C: contribuisce alla normale formazione del collagene per la normale funzione delle cartilagini e delle ossa, contribuisce al normale metabolismo energetico, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
Vitamina E: contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
Vitamina B1 (Tiamina): contribuisce al normale metabolismo energetico.
Vitamina B2 (Riboflavina): contribuisce al normale metabolismo energetico e alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
Vitamina B12 (Cianocobalamina): contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, alla normale funzione del sistema immunitario, al normale metabolismo energetico.
Vitamina B5 (Acido pantotenico): contribuisce al normale metabolismo energetico, alla normale sintesi e al normale metabolismo degli ormoni steroidei, della Vitamina D e di alcuni neurotrasmettitori, partecipa alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
Vitamina B6 (Piridossina): contribuisce al normale metabolismo energetico, al normale metabolismo dell’omocisteina, delle proteine e del glicogeno. Contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario ed alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.
Zinco: contribuisce alla normale sintesi proteica.

La perdita della massa muscolare, della forza e quindi della performance fisica è uno dei fenomeni che si manifestano comunemente con l’avanzare dell’età, ma può presentarsi anche in situazioni di eccessiva sedentarietà, di immobilità forzata – ad esempio a causa di un’ingessatura o in seguito ad un’operazione chirurgica – e in presenza di patologie invalidanti.
La massa muscolare cresce e si sviluppa a partire dall’infanzia, durante tutto il periodo adolescenziale fino anche ai 30 anni. Dopodiché, il contenuto e la funzione cellulare dei muscoli iniziano a ridursi, dapprima lentamente e, con l’avanzare dell’età, sempre più rapidamente.
Quando questo declino neuromotorio assume contorni clinici si parla di sarcopenia, dal greco “sarx = carne” e “penia = perdita”.
Il fenomeno della sarcopenia ha profonde ripercussioni sulle capacità motorie e sul livello di attività fisica dei soggetti: nei casi più gravi compromette l’autonomia di movimento, l’equilibrio diviene instabile, si diventa incapaci di salire e scendere le scale o portare a casa la spesa, la frequenza del passo risulta fortemente ridotta: quindi oltre al detrimento dei muscoli, si verifica anche una diminuzione della vitalità.
Questo fenomeno inizia a comparire intorno alla quarta decade di vita, determinando una perdita di massa muscolare del 3-5% entro i 50 anni e successivamente dell’1-2% ogni anno, arrivando a dimezzare il patrimonio muscolare entro i 75 anni d’età in circa il 40% dei soggetti, prevalentemente, anche se in maniera molto leggera, in quelli di sesso maschile piuttosto che femminile.
Nonostante sia un processo inevitabile, soprattutto con l’insorgere della terza età, esistono vari accorgimenti che aiutano a contrastare e prevenire la perdita di massa muscolare. In particolare una pratica regolare dell’attività fisica e l’adozione di un’alimentazione adeguata rappresentano le linee guida per mantenere i muscoli in salute.
• L’attività fisica costante e l’allenamento della forza non solo aumentano e mantengono la massa muscolare, ma anche la densità minerale delle ossa, contrastando quindi anche l’osteoporosi.
• L’alimentazione corretta deve essere varia, bilanciata e, soprattutto in età avanzata, prevedere il giusto apporto di proteine e nutrienti, tenendo conto delle ridotte capacità anaboliche.
Qualora questi accorgimenti non fossero sufficienti o per particolari esigenze si possono prendere in considerazione nuove strategie che includono l’utilizzo di integratori e supplementi dietetici mirati.

Per conoscere impieghi e indicazioni circa la corretta assunzione del prodotto, in relazione alla composizione e alla costituzione personale, ci si può rivolgere al proprio medico o farmacista di fiducia. Per ulteriori approfondimenti si può far riferimento a fonti informative accreditate come pubblicazioni scientifiche, bibliografie tematiche, etc.

Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. E’ pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o farmacista.